Il progetto BeeVS di APISFERO APS risponde ad una delle attività più complicate e faticose per l’apicoltore, il conteggio della varroa, un parassita delle api da miele grande come la capocchia di uno spillo, causa di malattie ed infezioni da virus nell’alveare.

L’équipe beevsok_minAPISFERO ha realizzato uno strumento innovativo chiamato Bee Varroa Scanner (BeeVS) in grado di ‘leggere’ il fondo dell’alveare e contare con estrema precisione il numero di varroe presenti.

La precisione del conteggio è estremamente importante perché da essa dipendono le corrette contromisure per il contenimento della varroa, uno dei principali fattori esogeni di moria delle api negli ultimi anni.

Nel video seguente è possibile osservare il funzionamento dello strumento. Ogni scansione è composta da 40 immagini ed ogni immagine è una porzione di 7×5 cm del vassoio di caduta. Una risoluzione complessiva di circa 80 megapixel. I rettangoli verdi evidenziano il riconoscimento effettuato dal sistema di ogni singola varroa presente.
Fantascienza oggi divenuta realtà grazie all’intelligenza artificiale.

Il funzionamento dello strumento è stato validato dall’Università di Torino, dipartimento DISAFA nel luglio 2018. Il Boxplot gentilmente offerto dall’Università di Torino- DISAFA raffronta la precisione del conteggio automatico nella versione 36 della neural network rispetto al conteggio umano esperto. Attualmente la versione 41 in esercizio è ancora più precisa della 36.

Aiutaci a fare ancora meglio, fai anche tu una donazione per sostenere il progetto! 

Il progetto BeeVS è protetto da Licenza Creative Common.